A volte mi chiedo se è meglio essere se stessi o fingere di essere quello che vogliono gli altri.

Io opto sempre cercando di essere me stessa, con i miei difetti e i miei pregi. Non sto qui a elencare perchè con me sono molto critica e quindi vedrei solo i difetti.
Solo che a volte mi ritrovo a essere messa da parte senza capirne bene il motivo e mi chiedo spesso dove posso sbagliare.
Ora so che a volte le donne possono avere un ascendente particolare sugli uomini e viceversa… ma …. io credo che bisogno fermarsi un attimo e ragionare su quello che si ha dentro.
Ci sono volte in cui io personalmente mi sono innamorata, non corrisposta, e nonostante facessi tutto per piacere o per fare quello che volevano alla fine  sbagliavo tutto.
Ci sono state volte in cui avrei dovuto stare zitta, evitare battute e quant’altro ma non faceva parte di me e quindi le mie parole sono uscite a briglia sciolta senza un perchè razionale e hanno fatto più danni che altro.
E ci sono volte in cui avrei dovuto parlare e  invece me ne sono stata zitta per evitare discussioni….
Cosa ho imparato?
Un bel niente. Le persone entrano ed escono nella mia vita, non parlo di morosi, con una velocità estrema solo perchè non riescono a confrontarsi con una persona “intelligente”.
Gli essere umani preferiscono attorniarsi di persone “oche” facili da gestire, che non danno problemi tanto possono dire sono sisi, ma quando si  trovano davanti a una persona che cerca di spronarli a essere se stessi, cercando di farli ragionare e guardarsi dentro ecco che ti mettono da parte.
Fa male guardarsi dentro e cercare di esprimersi e tirare fuori le cose che fanno male o che fanno bene. Meglio tenersi tutto dentro, soffrire in silenzio e crogiolarsi ne proprio vittimismo, nascondersi dietro a una paura che alla fine non esiste. E’ solo una scusa per nascondere la codardaggine che fa parte di noi, in alcuni più accentuata in altri sotto controllo.

Certo sono una codarda anche io nel mio piccolo. Ci sono state situazioni in cui sapendo che stavo sbagliando ho lasciato che il corso degli eventi facessero arrivare a una soluzione invece che tirare fuori  la grinta e reagire. La paura delle conseguenze ha sempre una grande influenza sul corso generale della vita.

E stasera sono qui a pensare su questi concetti e continuo a chiedermi se sono io che sbaglio o sono gli altri che non riescono a confrontarsi con me.

Mah