Nel mio continuo confrontarmi con le persone e con me stesssa mi chiedo spesso se la vita è un dolcetto o uno scherzetto. E’ da poco passato Halloween e il titolo di questo mio articolo mi pare pressocchè azzeccato. Mi chiedo come il nostro vivere ci porta a fare determinate scelte, giuste o sbagliate che siano, ma fanno parte di noi e quindi bisogna viverle senza rimpianti. Sono pensieri nostri e quindi sappiamo cosa proviamo e cosa pensiamo e agiamo di conseguenza. Siamo consapevoli del nostro agire. E’ un bene. Ma mi chiedo, si certo siamo coscenti di quello che facciamo e di quello che pensiamo ma come lo percepiscono gli altri? Buh io più paxsa il tempo più mi accorgo che non rido più. Ma non riesco a farlo perceprire, penso, o chi mi circonda non vuole accorgersene. Ti ritrovi sempre a dover dire le stesse cose, e si è quasi sfiniti da questo dare tutto per scontato che ci circonda. Mi ritrovo a volte con lo sguardo perso nel vuoto in una stanza piena di persone. Ti ritrovi a chiederti se veramete è questo quello che si vuole. Alzarsi la mattina, andare a lavorare. Tornare a casa e sdraiarsi sul divano. Ti guardi intorno, ci sono un sacco di cose da fare ma non hai la forza di muoverti. Speri come per magia si sistemino da sole. Invece rimangono li, come le hai lasciate solo che domani ce ne sarà un po’ di più perchè oggi non hai voluto pernsarci. Ed è così anche per i pensieri, cerchi di ignorare, li lasci li. Non li esprimi. Ed ecco che a poco alla volta si accumulano. Ti rendono tristi perchè non si vede una via di uscita. Ti mangiano dentro.