Caro Amore,
e non sto parlando di una persona in particolare ma scrivo a te.
Sentimento che mi chiedo perchè a volte tu debba esistere.

Mi chiedo con quale criterio decidi di abbatterti su di noi.
Uno se ne sta li, che vive la sua vita, fatta di scelte più o meno sbagliate e tu di punto in bianco decidi di stravolgere tutto.
Ti abbatti con potenza e vigore su una persona.
Cerchi di far cadere questo vuoto in cui decidi di vivere, perchè ha un equilibrio. nella sua routine ha un equilibrio. Ma perchè ti da fastidio questo equilibrio?

Una persona normale cerca di evitarti perchè ne sa le conseguenze, sai che puoi ridurlo azzerare la sua mente in pochi giorni. Ma tu insisti, insisti, insisti….. Non gli dai tregua, e alla fine le mura di questa persona cedono e ti appropri prepotentemente  di lei.
La porti in alto, le fai vedere che la vita ha un senso, che tutto può accadere. E poi……. tutto all’improvviso la lasci cadere da lassù con le sue speranze e i suoi sogni.
Mi chiedo, “Ma chi ti ha chiesto niente?”
Non potevi startene li a guardare la mia vita andare avanti un po’ alla volta senza pretese. Invece no!
Sei tornato a bussare prepotentemente alla mia porta, mi hai detto “Vieni…… fidati”.

E adesso sono finita di nuovo in quell’incubo in cui avevo deciso di non volere più tornare. Perchè fa male.
Tu sai benissimo come sono fatta. Lo sai che quando decido di amare la gente scappa.
Non si crede a un amore sincero. Non può esistere. E meglio crogiolarsi nel dolore del passato piuttosto che prendere la felicità che ci viene offerta dalla vita.
Ci si fida sempre di chi non ci merita o di chi ci ha trattato male. Ha usato il nostro essere e non ci fa apprezzare quello che ora in questo moemto abbiamo per le mani.

Ma te chi ti ha creato?  Non è meglio essere dei robot, faremmo sempre le stesse cose, non ci peserebbe fare sempre le stesse cose. Non ci fermeremmo a guardare l’orizzonte per capire dove finisce o a chiederci cosa c’è oltre. Faremmo sempre le stesse cose.

Non passeremmo la giornata a guardare un cellulare che non suona, non dovremmo fare progetti. Solo aspettare di romperci e finire in un deposito di roba vecchia e sgangherata.

Questo è quello che penso al tuo riguardo.
Sicuramente qualcuno non condivide quello hce ho scritto su di te.

Ma è il mio pensiero. Non dovresti esistere per farmi stare male così.

Ciao Leila