E’ cosi difficile pensare a quello che si deve dare o non si deve dare nella vita alle persone.
A volte si da il possibile eppure oggi va bene e domani no.

Ti chiedono l’impossibile a volte e ci si fa in quattro per poter essere di aiuto. Si è felici dentro di farlo ma poi sembra quasi che ti venga rinfacciato nel peggiore dei modi.

In questi attimi mi piacerebbe essere in un bosco come quello di questa foto.
Sedermi ai piedi dell’albero più grande che riesco a trovare e, dopo un lungo respiro cercare di capire cosa è meglio fare della propria esistenza.

Mi chiedo cosa ci sia di sbagliato a donare amore al prossimo e quest’ultimo ne è terrorizzato. Ma come si può avere paura dell’amore?
Ci sono persone che se approfittano di questo sentimento. Usando chi non se lo merita e magari spremendolo fino all’ultimo. Ma poi si trova una persona con dei sentimenti veri, sinceri e indissolubili che farebbe di tutto per te e ci si costruisce un muro intorno per paura di soffrire ancora per chi è passato prima.

Io dal canto mio penso che ogni volta che ci si innamora si perda una parte di se stessi. Poi quando arriva quell’amore che ti fa battere il cuore anche al solo pensiero, quello che quando ne parli gli altri ti vedono radiosa, quel sentimento che ti fa sentore rilassata e felice per il solo motivo di esistere….. quell’amore che fa crescere un muro tra te e l’altra persona vittima di un passato ostile.

Ma come si fa a non capire quando un cuore è sincero e leale? Uno cerca di dimostrarlo in tutte le maniere, certo non con gesti plateali ma con piccole cose che fanno sentire  la propria presenza e che si accumulano passo dopo passo per non arrivare prepotentemente nella vita di un’altro individuo.